Stabilizzatori per ricamo a macchina

Guide per gli stabilizzatori completi per ricamo a macchina

Come ogni ricamatore esperto sa, se stai cercando ottimi risultati, lo stabilizzatore è un componente importante quando crei quasi tutti i progetti di ricamo. In questo articolo ti spiegherò tutto sugli stabilizzatori per macchine da ricamo: quali sono i principali tipi di stabilizzatori e quando dovrei usarli? Che marca di stabilizzatore dovrei usare?

Uno stabilizzatore (chiamato supporto negli ambienti industriali) è essenziale per il ricamo a macchina. Viene utilizzato per sostenere il tessuto durante il processo di cucitura per evitare che si verifichino arricciature o allungamenti. Ti aiuteremo a ottenere risultati più professionali e a diventare una ricamatrice migliore.

La scelta dello stabilizzatore può creare o distruggere un progetto di ricamo. L'uso di uno stabilizzatore insufficiente per il tessuto o il numero di punti del disegno può far sembrare brutto anche il disegno meglio digitalizzato.

Gli stabilizzatori sono classificati in base al metodo utilizzato per rimuovere l'eccesso dal retro del progetto dopo che il disegno è stato cucito. I tre tipi più comuni sono:

  1. Spaccato
  2. A strappo
  3. Lavare via

All'interno di ciascun gruppo sono presenti diversi pesi di stabilizzatori.

  • Selezionare il peso che più si avvicina all'importanza del tessuto da ricamare.
  • Selezionare il peso in base al conteggio dei punti del disegno: maggiore è il conteggio dei punti, più pesante dovrebbe essere lo stabilizzatore.

Stiamo facendo aderire uno qualsiasi di questi stabilizzatori al tessuto con uno spray adesivo temporaneo prima dell'inserimento nell'intelaiatura. Si consiglia di evitare che gli strati si spostino durante il processo di ricamo e di rendere l'oggetto più facile da inserire nell'intelaiatura.

Perché lo stabilizzatore è così importante?

Gli stabilizzatori sono la base del tuo ricamo e sono necessari per sostenere il tessuto e i fili. Senza l'uso dello stabilizzatore, la registrazione del disegno potrebbe risultare errata, potrebbero formarsi delle arricciature e il tessuto potrebbe deformarsi. La scelta dello stabilizzatore può “creare o distruggere” il tuo progetto di ricamo.

Scelta dello stabilizzatore per la macchina da ricamo

I fattori più importanti da considerare quando si sceglie uno stabilizzatore adatto sono: tessuto, disegno del ricamo, aspetto del retro e "mano" o sensazione al tatto

Tessuto

  • La regola più importante è: utilizzare uno stabilizzatore per spalla mancante quando si ricama su maglieria o tessuti elastici.

La spalla mancante supporterà i punti non solo durante il processo di ricamo stesso ma anche per tutta la vita del capo.

  • Il peso del tessuto e il peso dello stabilizzatore devono essere compatibili. In generale, più pesante è il tessuto, più pesante dovrebbe essere lo stabilizzatore. Al contrario, più il materiale è leggero, morbido o drappeggiato, più leggero dovrebbe essere il peso dello stabilizzatore.
  • Un pezzo di tessuto velato richiederà uno stabilizzatore idrosolubile in modo che nessun residuo di stabilizzatore sia visibile dal lato destro.
  • Il tessuto e il design scelto dovrebbero essere compatibili.

Un tessuto leggero può essere sopraffatto da un design ad alta intensità di punti. Al contrario, un design aperto e arioso può perdersi visivamente in un tessuto peloso o pesante.

Disegno del ricamo

  • Più punti ci sono in un disegno, più pesante dovrebbe essere lo stabilizzatore.
  • Usare un miglior design digitalizzato con un sottofondo sufficiente per fornire un supporto di base per i punti.
  • Se devi utilizzare un particolare tipo di stabilizzatore, scegli il design di conseguenza.

Scopri che forniamo gratuitamente disegno di ricamo in tutti i formati di file

 Aspetto posteriore

  • Se non vuoi assolutamente vedere lo stabilizzatore dal lato sbagliato, devi usare uno stabilizzatore solubile in acqua.
  • Se ti va bene maggior parte della rimozione dello stabilizzatore, è possibile utilizzare uno strappo.
  • Quando si utilizza uno stabilizzatore tagliato, l'eccesso deve essere tagliato, lasciando un cerchio di stabilizzatori sul retro del progetto.

La “mano” o il tatto

  • Il peso e il tipo di stabilizzatore influenzeranno la caduta del tessuto.

– Uno stabilizzatore pesante aggiungerà peso al capo, mentre uno stabilizzatore a strappo pesante aggiungerà peso poiché alcuni stabilizzatori rimarranno dietro i punti.

– Più leggero è il peso dello stabilizzatore, maggiore sarà la drappeggiatura del tessuto.

– Uno stabilizzatore lavabile non aggiunge peso al tessuto dopo il lavaggio.

  • I bordi tagliati di uno stabilizzatore tagliato rimangono sul retro del progetto. Più pesante è la spalla mancante, più irritante potrebbe risultare questo bordo su un indumento che verrà indossato direttamente a contatto con la pelle.

Risultati dei test

Il test è sempre altamente raccomandato. Anche se segui tutte le linee guida sullo stabilizzatore, lo sono

proprio questo: linee guida. Esistono molte variabili nella qualità del tessuto all'interno di ciascun gruppo di tessuti e differenze nella qualità del disegno. Il modo migliore per determinare lo stabilizzatore corretto è testarlo.

*questo test eseguito dai conteggi Bernina Stitch è fornito solo come linea guida. Ci sono molti altri fattori da considerare, inclusa la densità di progettazione. La densità del disegno è la relazione tra il conteggio dei punti e le dimensioni del disegno. Ad esempio, un disegno da 4" con 15.000 punti avrà bisogno di uno stabilizzatore più pesante di un disegno da 8" con lo stesso numero di punti. Per ottenere i migliori risultati, esegui una cucitura di prova del tuo disegno.

Tipi di stabilizzatori per ricamo

Tecnicamente, esistono tre tipi di stabilizzatori per ricamo strappare, lavare via e tagliare via , discuteremo anche di alcuni stabilizzatori speciali. Ciascuno di questi tre tipi di stabilizzatori può essere disponibile anche come fusibile e/o appiccicoso.

Che tipi di stabilizzatori dovrei usarli? Quando si decide quale tipo di stabilizzatore utilizzare, una buona regola pratica è:

  • Utilizzare uno stabilizzatore a strappo se il tessuto è stabile e intrecciato.
  • Se puoi, assicurati di fondere lo stabilizzatore con il tessuto.
  • Utilizzare lo stabilizzatore Cut Away nel caso in cui il tessuto sia elasticizzato come felpe, magliette o maglieria.
  • Utilizza un Wash Away quando usi tessuto trasparente o disegni in pizzo indipendenti come pizzo vintage, fiori 3D, farfalle 3D o foglie 3D, ecc.

Oltre ai tre tipi di stabilizzatori disponibili, la maggior parte dei marchi offre anche prodotti speciali che puoi utilizzare per i tuoi ricami. Questi includono preparati per tessuti per stabilizzare tessuti che si rompono, si allungano o si arricciano. Inoltre aumenterà il numero di punti del tessuto, rendendolo perfetto per la progettazione di un numero elevato di punti.

Ci sono prodotti che offrono texture diverse. Danno una forma di schiuma solida o morbida che aiuta nel processo di applicazione senza aggiungere peso e assicurano inoltre che i punti siano coperti in modo da non irritare la pelle. Non sostituiscono in alcun modo gli stabilizzatori, ma possono essere tutti utilizzati insieme a stabilizzatori a strappo o rimossi.

Stabilizzatori tagliati

Gli stabilizzatori a spalla mancante sono considerati i più stabili tra i tre tipi di stabilizzatori.

Stabilizzatori per ricamo a macchina

Possono essere applicati a qualsiasi tipo di tessuto, ma dovrebbero essere utilizzati per cuciture su tessuti elastici o a maglia. Lo stabilizzatore che non viene utilizzato viene rimosso ma lo stabilizzatore davanti ai punti rimarrà per tutta la vita del tessuto e impedirà ai punti del disegno di fuoriuscire quando il capo viene allungato o alterato.

Rimozione:

  • Non tentare di tagliare spazi aperti all'interno del progetto.
  • Taglia il disegno con le forbici, ma non più di 1/8 "a 1/2" di distanza dal bordo del disegno e taglia tutti i bordi.
  • Appoggia il progetto sul lato dello stabilizzatore rivolto verso l'alto. Posiziona il tessuto tra le dita quindi taglialo con lo stabilizzatore. Questo ti impedirà di tagliare il tessuto!

Taglio pesante

  • Disponibile in bianco o nero
  • Ideale per felpe e tessuti pregiati.
  • Lo stabilizzatore più forte può supportare la maggior quantità di punti

Taglio di peso medio

  • Ideale per magliette e tessuti di peso medio
  • Offrirà un supporto migliore rispetto al taglio più piccolo, ma sarà meno rigido di un taglio più pesante

Taglio in PolyMesh

    • Disponibile in beige, bianco e nero
    • Pochissima ombra che raggiunge un lato
    • Morbido e delicato sulla pelle
    • Piccole ombre se usato su un tessuto a trama come la batista
    • Ideale per abiti di neonati o bambini e tessuti elastici e leggeri
    • Il PolyMesh bianco è disponibile anche nella versione fusibile (vedi specialità Stabilizzatori)

Stabilizzatori a strappo

Stabilizzatori per ricamo a macchina

Gli stabilizzatori a strappo vengono utilizzati quando desideri rimuovere la maggior parte degli stabilizzatori in eccesso dal retro del progetto dopo il ricamo. Possono essere utilizzati su tutti i tessuti, ad eccezione dei tessuti elastici, della maglia o dei tessuti molto trasparenti.

Rimozione:

  • Posiziona il ricamo con lo stabilizzatore rivolto verso l'alto su una superficie piana.
  • Sostieni i punti con le dita mentre strappi con attenzione lo stabilizzatore in eccesso.
  • Alcune aree strette e aperte all'interno del progetto potrebbero essere difficili da rimuovere e possono essere lasciate sul retro del progetto. Per la maggior parte degli stabilizzatori a strappo, queste aree inizieranno a disintegrarsi con i ripetuti lavaggi.

Pesante a strappo

  • Supporta un gran numero di punti
  • Si strappa in modo molto pulito e semplice: i bordi rigidi sono facili da afferrare
  • Ottimo per gli articoli che necessitano di maggiore supporto per i disegni con numero di punti più pesanti

Peso medio a strappo

  • Disponibile solo in nero
  • Strappo deciso, ma molto facile da rimuovere

Ultra pulito e antistrappo

  • Uno stabilizzatore a strappo morbido e di peso medio
  • Si rimuove molto facilmente – non stressa i punti mentre viene rimosso
  • Le fibre rimanenti verranno facilmente lavate via durante il lavaggio del progetto

Leggero a strappo

  • Facile da strappare, lasciando un bordo molto pulito
  • Può essere stampato e utilizzato per riattaccare la carta
  • Disponibile in versione fusibile (vedere la sezione Stabilizzatori speciali)
  • Ottimo per l'uso quando si eseguono punti decorativi sul lato di cucitura
  • Il peso più leggero degli stabilizzatori a strappo aggiunge pochissimo peso al progetto

Stabilizzatori lavabili

Stabilizzatori per ricamo a macchina

Gli stabilizzatori lavabili devono essere utilizzati quando tutte le tracce dello stabilizzatore devono essere rimosse dal retro del progetto, ad esempio quando si utilizza un tessuto trasparente o si ricama un progetto che sarà visto sia dal retro che dal davanti. Poiché questo tipo di stabilizzatore non supporta tanti punti quanto gli stabilizzatori a strappo o tagliati, è necessario prestare un'attenta considerazione alla scelta del design. Non utilizzare questo stabilizzatore se il tessuto non può essere lavato. clicca qui per conoscere i fili da ricamo.

Rimozione:

  • Quando si crea il pizzo, più si lava, più il pizzo risulterà morbido.
  • Rimuovere quanto più stabilizzatore possibile strappando o tagliando via la parte in eccesso.
  • Sciacquare il progetto sotto acqua corrente tiepida fino a rimuovere tutte le tracce dello stabilizzatore.

Supporto AquaFilm

  • Troppo leggero per il pizzo autonomo
  • Un supporto trasparente e leggero, facile da risciacquare
  • Utilizzare per trapuntare nel telaio se la trapunta stessa non può essere inserita nel telaio

BadgeMaster

  • Un supporto pesante e chiaro
  • Può essere utilizzato per pizzi indipendenti
  • La maggior parte degli stabilizzanti può essere rimossa prima del risciacquo

AquaMesh

  • Può essere utilizzato nella creazione di pizzi indipendenti
  • Un supporto opaco che supporta il numero più significativo di punti
  • L'eccesso non può essere rimosso: tagliare via il lotto dai bordi esterni e quindi risciacquare
  • Uno stabilizzatore solubile in acqua molto stabile che non è soggetto a perforazione prematura durante la cucitura

Stabilizzatori speciali

1: Stabilizzatori fusibili

Gli stabilizzatori fusibili vengono utilizzati tagliando un pezzo di stabilizzatore delle dimensioni di un telaio e facendolo aderire al retro del tessuto. Ciò impedirà l'allungamento del tessuto durante il processo di intelaiatura e aiuterà a mantenere i contorni correttamente registrati. Il tessuto/stabilizzatore viene quindi intelaiato nel modo tradizionale.

Fusibile a strappo con spaccatura in rete di poliestere fusibile

Usare:

  • Rimuovere l'eccesso tagliando la rete polimerica fusibile o strappando il fusibile a strappo.
  • Leggermente far aderire il lato adesivo dello stabilizzatore al retro del progetto nella zona da ricamare.
  • Una volta terminato il ricamo, separare con attenzione lo stabilizzatore dal tessuto (il riscaldamento con il ferro per brevissimo tempo può essere d'aiuto).

2: Stabilizzatori adesivi sensibili alla pressione con supporto in carta 

Questi stabilizzatori vengono utilizzati allo stesso modo. Sono tutti rivestiti con lo stesso tipo di adesivo sensibile alla pressione con un supporto protettivo in carta.

La differenza sarà nel numero di punti che lo stabilizzatore supporterà e nel modo in cui lo stabilizzatore in eccesso verrà rimosso. Seleziona il tipo di stabilizzatore (ritagliato, a strappo o solubile in acqua) applicando gli stessi principi come se si utilizzasse uno stabilizzatore normale. (Fare riferimento alla pagina precedente sugli stabilizzatori.)

Più in generale, questi stabilizzatori vengono utilizzati per i ricami “senza telaio”.

Stabil-Stick a spalla mancante Stabil-Stick a strappo

SQUAMISH PLUS (SOLUIBILE IN ACQUA)

Usare:

  • Intelaiare con la carta rivolta verso l'alto.
  • Incidere e rimuovere la carta per rivelare la superficie appiccicosa.
  • Posiziona il tessuto sulla superficie adesiva e liscialo in posizione.

Rimuovere:

  • Separare lo stabilizzatore dal tessuto separando delicatamente gli strati.
  • Rimuovere l'eccesso tagliandolo, strappandolo o lavandolo via, a seconda del tipo di stabilizzatore utilizzato.

Dai un'occhiata alle 4 migliori macchine da ricamo con recensioni dettagliate su pro e contro. Nota: non vendiamo macchine da ricamo. Il nostro confronto è neutro con il 100%.

3: Stabilizzatore attivato dall'acqua

Hydro-Stick a strappo

Hydro-Stick è uno stabilizzatore a strappo pesante con un rivestimento adesivo che viene attivato dall'acqua. Viene spesso utilizzato per i ricami “senza telaio”.

HydroStick tiene il tessuto MOLTO saldamente. Il progetto non può essere urtato o spostato accidentalmente durante il processo di ricamo.

Non gomma gli aghi poiché non è un adesivo appiccicoso.

Usare:

  • Intelaiare lo stabilizzatore con il lato rivestito rivolto verso l'alto.
  • Lasciare asciugare lo stabilizzatore per alcuni minuti prima di ricamare.
  • Inumidisci leggermente la parte superiore con acqua e fai aderire il tessuto alla parte superiore dello stabilizzatore nel telaio.

Rimuovere:

  • Continuare a sollevare e inumidire finché lo stabilizzatore non viene separato. Quindi strappare via l'eccesso.
  • Sollevare un angolo libero dello stabilizzatore e applicare umidità nell'area tra lo stabilizzatore e il retro del tessuto.

Condimenti

Come suggerisce il nome, le guarnizioni vengono utilizzate solo sulla parte superiore del tessuto per controllarne il pelo. Sono troppo leggeri per essere utilizzati come stabilizzatore di supporto.

Copertura AquaFilm

Stabilizzatori per ricamo a macchina

  • Prodotto trasparente idrosolubile – gli eccessi si rimuovono facilmente con acqua
  • Migliora l'aspetto del disegno da ricamo su qualsiasi tessuto con qualsiasi tipo di trama irregolare
  • Deve essere utilizzato su tessuti pelosi come asciugamani, maglieria, velluti o vellutati per evitare che il pelo del tessuto fuoriesca dai punti

Usare:

  • Posizionare l'AquaFilm sopra il tessuto intelaiato. Non è necessario che l'acquario sia avvolto nel tessuto, ma deve essere fissato.

Inumidire gli angoli e attaccarli al tessuto; utilizzare il nastro adesivo o gli spilli (posizionati con cura all'esterno dell'area di cucitura) per tenere l'AquaFilm in posizione.

Utilizzare una scatola da imbastitura di design o una scatola da imbastitura a telaio per fissare ulteriormente AquaFilm. Rallenta la macchina alla velocità più lenta mentre viene cucita la scatola di imbastitura. Utilizzando il pedale sulla tua macchina avrai anche un maggiore controllo.

Rimuovere:

  • Il resto può essere lavato via con acqua.
  • Strappare con attenzione la maggior parte possibile dell'acquario.

Coperchio superiore

TopCover è un prodotto di tipo vinilico che impedisce al colore del tessuto di trasparire attraverso le cuciture oltre a controllarne il pelo.

È ideale per la cucitura di disegni chiari su tessuti scuri o viceversa. La copertura superiore dietro i punti rimarrà lì per tutta la durata del progetto.

Usare:

  • Posiziona TopCover sopra il tessuto intelaiato. Non è necessario intelaiarlo con il tessuto, ma è necessario fissarlo.

Usa il nastro adesivo o gli spilli per tenerlo saldamente.

Utilizza una scatola da imbastitura di design o una scatola da imbastitura a telaio per fissare ulteriormente il coperchio superiore. Rallenta la macchina alla velocità più lenta mentre viene cucita la scatola di imbastitura. Utilizzando il pedale sulla tua macchina avrai anche un maggiore controllo.

Rimuovere:

  • Le perforazioni dell'ago faciliteranno la rimozione dell'eccesso. Strappare il più possibile.
  • I pezzetti più piccoli che non possono essere strappati possono essere liquefatti con la punta del ferro. ASSICURARSI di pulire il ferro dopo questo utilizzo.

Conclusione della guida: sono necessari tutti e 3 i tipi di stabilizzatore per ricamo

Gli stabilizzatori sono disponibili in diverse dimensioni e colori e vengono utilizzati per altri tessuti e tipi di design. A seconda di cosa ricami, avrai bisogno dei tre tipi principali di stabilizzatori:

  • Tear Away: utilizzato per qualsiasi tessuto stabile che non si allunga, come pelle, asciugamani, vinile.
  • Lavare via: utilizzato per tutti i tessuti trasparenti, come organza, pizzi indipendenti, disegni 3D e intagliati.
  • Cut Away: utilizzato per prodotti usurati e lavati regolarmente: il più stabile e utile per i disegni pesanti con un numero elevato di punti.

Domande frequenti

Quale stabilizzatore è il migliore per il ricamo?

Stabilizzatori tagliati sono i più stabili tra tutti gli stabilizzatori e sono permanenti, e continueranno a sostenere i tuoi punti per tutta la durata del progetto. Cut Away è sempre una buona scelta per qualsiasi progetto che verrà indossato e lavato regolarmente. La maggior parte delle marche ha pesi diversi di Cut Away: pesante, medio o mesh.

Posso utilizzare un foglio per asciugatrice come stabilizzatore per il ricamo?

Gli stabilizzatori sono piuttosto costosi, quindi non ne hai comprato nessuno. Invece, puoi usare i fogli dell'asciugatrice, conservarli dopo aver asciugato i vestiti, stirarli e riutilizzarli. Se hai bisogno di uno stabilizzatore più rigido, usalo prima che si asciughi con i vestiti, funziona benissimo e fa sì che la tua creazione abbia un buon profumo!

Come posso stabilizzare la mia maglietta per il ricamo?

Utilizzare uno stabilizzatore cutaway, preferibilmente una rete fusibile invisibile. Evitano che la maglia si deformi e mantengono il ricamo al suo posto. Gira la maglietta all'interno e fondi un pezzo di rete invisibile molto più importante della dimensione del telaio. Gira il diritto verso l'esterno, trova il punto centrale e intelaia la maglietta stabilizzata.

Quale stabilizzatore dovresti usare su una maglietta?

Un pezzo di stabilizzatore cutaway di peso medio è la scelta migliore. Lo stabilizzatore a strappo può essere utilizzato con i modelli più leggeri, come toile o vintage, e quando non è necessaria la cimatura.

Qual è la differenza tra lo stabilizzatore a taglio e a strappo?

Spaccato, rifili con le forbici attorno al retro del disegno e strappi via solo gli strappi. Di solito, con la spalla mancante, rifili ma ne lasci un po' attorno al disegno (sul retro).

Che tipo di stabilizzatore dovrei usare per il poliestere?

Utilizza sempre uno stabilizzatore tagliato per ottenere i migliori risultati perché i tessuti in poliestere sono meno stabili della maggior parte dei tessuti.

Che tipo di supporto viene utilizzato per il ricamo?

Il supporto con spalla mancante fondamentale è quello più comunemente utilizzato. Si tratta di un supporto in tessuto non tessuto applicato a umido, progettato espressamente per il ricamo a macchina.

Puoi visitare il nostro canale YouTube dove pubblichiamo video utili sul ricamo. Se hai bisogno di servizi di digitalizzazione del ricamo non esitare a contattarci. Se sei nuovo sul nostro sito web puoi ottenere uno sconto 50% sul tuo primo ordine. ottieni un preventivo gratuito per la digitalizzazione

Lascia un commento


Avvertimento: Chiave di array non definita "eael_ext_toc_title_tag" in /home/emdigitizer/absolutedigitizing.net/wp-content/plugins/essential-addons-for-elementor-lite/includes/Traits/Elements.php in linea 526
Scorri fino all'inizio